giovedì 29 settembre 2022

La Natura si Ribella...

 Ne sanno qualcosa in Florida dove, ormai da un po' di anni a questa parte,
l'Uragano Ian ha recentemente creato distruzione e devastazione 


E tuttavia anche da noi in Italia non si scherza dopo i disastri
che tutti abbiamo visto di recente nelle Marche

Vi propongo "Areknames" di Franco Battiato
dall'album "Pollution" del 1973


In compenso a Milano, nel quartiere Bicocca, hanno costruito un palazzo 
che si comporta come un albero, assorbe la Co2 immettendo ossigeno 
e aria pulita. È stato costruito grazie ai fondi di caffè, con altri materiali 
che si possono riciclare e con migliorie ecologiche molto interessanti

Grazie per le visite
e Buona Settimana a tutti

lunedì 26 settembre 2022

 "Imparare a dominare è facile.
Difficile è governare"


Lo diceva Johann W. Goethe ai suoi tempi
figuriamoci oggi, visto come vanno le cose
 nella politica in Italia e all'estero 

Per lo spazio musica vi propongo
l'Ouverture dal "Fidelio" di L. van Beethoven

Per il resto vedremo come andranno le cose
fra chi sale e chi scende da una parte e dall'altra

Grazie a tutti per le visite
e buona settimana

sabato 17 settembre 2022

"Ultimatum alla Terra"

 "Il problema non è la tecnologia. Il problema siete voi:
trattate la terra come vi trattate fra voi stessi"


Ne avevo già parlato in un altro blog ma vedo che il tema di fondo è più che mai attuale. Nel 2008 esce "Ultimatum alla Terra" remake di un omonimo film di fantascienza del 1951. Ma vi garantisco che non è il solito film di fantascienza con mostri alieni o altro del genere.  

Un alieno di nome Klaatu, interpretato da Keanu Rivers perfetto nel suo ruolo, arriva sul nostro pianeta insieme ad un robot gigante con enormi poteri come anche l'altro alieno. Klaatu rappresenta un gruppo di società aliene "Che vivono tutto intorno a voi" dice egli stesso ai Segretario di Stato americano (interpretato da Kathy Bates) e il suo intento è quello di poter parlare all'ONU per spiegare che la terra è in serio pericolo di estinzione.

Non riuscirà nel suo intento per tutta una serie di problemi, fra cui gli ostacoli del potere centrale americano. Ad un certo punto Klaatu incontra il Professor Bernhardt (l'attore John Cleese), un premio Nobel per la fisica, il quale gli fa capire che nonostante i problemi l'Umanità è in grado di cambiare ma solo davanti al baratro. E quindi il Professore chiede all'alieno di dargli una chance, una tecnologia per possa risolvere i problemi dell'Umanità. Ma l'alieno risponde con le parole che ho citato in alto.

Se lo trovate prendetelo perché è un bel film.

Per la musica "Oxygene Part 4"


Grazie per le visite
e buona settimana a tutti 

mercoledì 14 settembre 2022

Adieu Jean Luc Godard...

Anticonformista, contro corrente, anti eroe per eccellenza e fra i fondatori nel 1957 della Nouvelle Vague ieri a 91 anni è morto Jean Luc Godard. Prolifico e molto creativo a livello artistico, se ne va lasciando oltre 150 opere fra film, che hanno fatto la storia del cinema, e varie produzioni video.


Celebri alcune sue massime, tipo:

"La televisione crea l'oblio, il cinema crea ricordi"
"La cultura è la regola, l'arte è l'eccezione"
"Dimenticare lo sterminio, fa parte dello sterminio"
"Il cinema non è un mestiere è un'arte"



domenica 11 settembre 2022

In Quel di Genova e Dintorni...

A Genova dal 1982 al 2000 abitavo in zona Piazza dei Banchi (la vecchia Loggia dei Mercanti) in pieno Centro Storico a pochi metri da Piazza Caricamento un luogo ricco di storia. Da queste parti, nell'arco dei secoli, c'è passato di tutto. Fenici, Greci, i Celto - Liguri (popolo alquanto misterioso proveniente dai Pirenei e dai Paesi Baschi) e gli Arabi. Nel Levante Ligure approdò un'altra misteriosa Etnia: il Popolo del Cigno che confluì con i Liguri Apuani. 

Volete un esempio? A Genova "FAZZOLETTO" si dice "MANDILLO" (o anche "Mandillu"), in Arabo "MANDIL", "MANDYLION" in Greco e da Nizza sino in Provenza "MANDELIEU". I Mandilli a Genova, e in Liguria, sono un piatto tipico della tradizione gastronomica, e cioè le lasagne che si mangiano con il pesto. 

Nizza, nei secoli passati, faceva parte della Repubblica di Genova e da quelle parti si parla il Nizzardo simile (o uguale) al Genovese. In centro città i cartelli delle vie sono scritti in Francese e in Nizzardo. Tipo "Place de la Prefecture" e sotto c'è scritto "Ciassa du Guvernu" in perfetto genovese.

Non a caso Fabrizio De André considerava il Genovese una vera e propria lingua e non un dialetto.

Poi la Repubblica di Genova, dall'anno mille sino al XVI° sec. d.C, fece vari tipi di accordi per il traffico marittimo con i francesi, gli Spagnoli e soprattutto con gli Inglesi, tanto che Inglesi e Genovesi (per accordi firmati sin dall'XI° sec. d.C.) usano da secoli la stessa bandiera con la croce rossa in campo bianco.

Visto dove mi trovo vi propongo
"Genova per noi" di Paolo Conte
pubblicata da Bruno Lauzi


Ascoltate anche la versione di Paolo Conte

Ancora oggi nelle zone del Centro Storico di Genova che ho citato il miscuglio di persone, lingue straniere, colori, sapori e tradizioni è ancora presente. A quanto pare quest'anno l'afflusso turistico degli stranieri solo a Genova è da record: +33% rispetto agli anni scorsi. Ci sono parecchie attrazioni da vedere come il Museo del Mare e tutto il quartiere dell'Acquario. 

Ma anche in regione il turismo è andato molto bene. Da Ponente a Levante è in netto aumento con turisti provenienti dall'Europa ma anche molti Americani.

In questi giorni che siamo non distanti da Genova la situazione è tipica del periodo con pochi turisti, giornate ancora belle di sole in spiaggia ma non c'è più quel tremendo caldo che tutti abbiamo vissuto nei mesi scorsi.

Ancora qualche giorno e poi si torna a Milano...

Grazie per le visite
e buona settimana a tutti

sabato 3 settembre 2022

Arriva la pioggia...

 Stamattina eravamo a Bogliasco nel levante ligure
e c'era una bella giornata calda ma non troppo.
Le temperature sono già scese qui in Liguria
di recente sono arrivate due giornate di pioggia
e la calura dei mesi scorsi per fortuna non c'è più


Verso le 11 del mattino ecco arrivare i nuvoloni neri
carichi di pioggia che in parte si scarica sul mare


Il Monte di Portofino è coperto di nuvole da far paura


Ma poi arriva il vento di ponente, cioè da Genova,
e tutte le nuvole si spostano verso levante.
Ha piovuto ben bene dall'altra parte del
Monte di Portofino da Camogli sino a La Spezia.

Poi ha piovuto anche dalle nostre parti da Sori a Genova
ma non è stata quel tipo di pioggia violenta
anzi, ha piovuto in modo moderato
ma necessario per sanare la situazione
della terra e dei bacini d'acqua per la città 

Di solito, almeno qui in Liguria, quando
arrivano queste piogge è il primo
segno che l'estate sta finendo...

Di Niccolò Paganini vi propongo il famoso
"Capriccio n°24" 


Un salutone a tutti e grazie per le visite

P.S.: dimenticavo, le foto sono le mie

Pausa Estiva...

 "La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci" Isaac Asimov una sua foto un po' inedita * * * * * * * * * * * * * * * * ...