venerdì 30 dicembre 2022

Buon Anno...

 Auguro a tutti un Nuovo Anno 
con tante cose belle da realizzare
ma soprattutto che finisca la guerra







Come ogni anno vedremo il concerto di capodanno dal Musikverein di Vienna 
con il programma dei Wiener Philharmoniker diretti quest'anno
da Franz Welser- Moest mangiando cotechino e lenticchie

Purtroppo dobbiamo dire addio a Pelé 
che non solo è stato un grande calciatore
ma si è anche battuto per i diritti dei deboli
in alcuni film (è stato un antischiavista fra le altre)
o contro i regimi come nel film "Fuga per la Vittoria"


Suo padre lo chiamò Edson in onore di Edison
l'inventore della lampadina, perché quando nacque nel 1940
nel piccolo paesino Tres Coracoes (pensate, Tre Cuori)
avevano appena messo i tralicci dell'elettricità

Tre volte campione del mondo di calcio,
sino ad oggi nessuno come lui,
la prima volta che vinse un mondiale non
era neanche maggiorenne e segnò gol meravigliosi.
Con la squadra del Santos ha vinto tutto a livello di club 

Questi sono solo alcuni dei suoi gol,
che sono 1281 in 1363 partite 


E addio a Vivienne Westwood, donna coraggiosa
che ha cambiato il mondo della moda in modo personale,
trasgressivo e creativo per tanti anni



Riposate in pace

venerdì 16 dicembre 2022

Buone Feste e Buon Natale a tutti!

 Natale sta arrivando anche per quest'anno
e così auguro Buone Feste e Buon Natale a tutti!






Per la musica vi propongo la Sinfonia n°1 "La Classica" di S. Prokofiev
eseguita dall'Orchestra Sinfonica della Radio di Francoforte
diretta da una donna Alondra de la Parra


Grazie come sempre a tutti per le visite
e ricordate cosa diceva Albert Einstein...

domenica 11 dicembre 2022

Un Secolo fa...

Nel 1922 veniva pubblicata in Germania la prima edizione del libro "Siddhartha" di Hermann Hesse in un periodo storico diverso da oggi, ma che tuttavia anche ai nostri giorni ha ancora molto di dire e molto su cui farci riflettere.


Considerato romanzo storico di formazione, fu Massimo Mila a tradurre la prima edizione italiana del 1945 e la seconda edizione del 1975 e la casa editrice Adelphi (a cui va un elogio) ebbe una notevole lungimiranza nel pubblicarlo. La seconda edizione fu senza dubbio la più fortunata perché da allora ad oggi ha venduto non so quanti milioni di copie in Italia e nel mondo, grazie anche ad un mondo giovanile dell'epoca che rimase ammaliato e attratto da questo libro, dal suo contenuto e dal suo autore.

Devo dire che negli anni '70 non ho letto questo libro, anche se avevo la possibilità di farlo, perché era sulla bocca di tutti e ne parlavano tutti in modo incessante e martellante (oserei dire). Molti amici dell'epoca mi dicevano: "Ma come? Non hai ancora letto "Siddhartha"? Ma cosa aspetti" e tutto questo mi allontanò dalla sua lettura.

Ma in quegli stessi anni Hermann Hesse fu comunque il mio primo autore impegnato di cui affrontai la lettura insieme a Italo Calvino. Il suo primo libro che ho letto fu "Il Lupo della Steppa" e poi, nel giro di pochi mesi, comprai tutti gli altri suoi libri fra cui "Demian", "Narciso e Boccadoro", "Klein und Wagner", "Sotto la Ruota", "Gertrud", "Viaggio in India", "La Cura" e "Il Giuoco delle Perle di Vetro" che considero come il più impegnativo dei suoi libri ma forse fra i più belli.

Ho scoperto "Siddhartha" e mi sono avvicinato a questo libro a metà degli anni '80, l'ho riletto qualche anno fa e mi è piaciuto molto.

Direi che il miglior ascolto visto il tema del post è
"Within You Without You" dei Beatles scritto da G. Harrison


Grazie per le visite
Buona Domenica e Buona Settimana a tutti

martedì 6 dicembre 2022

Un Grande Balzo Indietro

Domenica scorsa ero a mangiare al Circolo ACLI di Lambrate insieme ad amici, con un ottima polenta con il brasato accompagnata da un'altrettanto ottima Bonarda con dolce e caffè, un pranzo ad un costo che definirei popolare. E prima di mangiare ho visto le foto, che vedete nel post, che appartengono al loro archivio storico e ringrazio molto il Centro ACLI di Lambrate.

* * * * * * * * * * * * 

Dopo la fine della seconda guerra mondiale il quartiere di Lambrate, a Milano, diventa un'importante zona industriale della Innocenti Metalmeccanica.

Costruiva la Lambretta, il cui nome deriva dal fiume Lambro e da Lambrate, molto in uso negli anni '50 e '60 come anche nel cinema in "Vacanze Romane" 


Nello steso stabilimento si costruiva la Mini Innocenti del 1966 e altri modelli che hanno avuto una larga diffusione nazionale e straniera al pari della Fiat


E, infine, nello stesso stabilimento si costruivano le macchine a vapore per fare caffè a cappuccini della Faema fondata nel 1945, poi passata di mano al gruppo industriale Cimbali



Ecco cosa era il quartiere in una foto storica. Oggi non c'è più niente, tutto è stato raso al suolo ed è nato un nuovo quartiere. Nei nuovi condomini (dotati di tutti i nuovi accorgimenti per il risparmio energetico) sono stati inseriti dei Cohousing a prezzi concorrenziali. Certo potevano prevedere degli spazi verdi (ne ho visti pochi). Ma in quel nuovo quartiere ho letto che si sono trasferiti a vivere molti creativi che operano in vari settori come il cinema indipendente.


Per la musica vi propongo un brano del 1969


Grazie a tutti per le visite
e Buona Settimana

domenica 4 dicembre 2022

Energia dal Mare...

In Scozia creano energia dal mare, ci sono riusciti, e sarà energia pulita. Ormai, a quanto pare, non sono più agli inizi e sarà la seria alternativa al nucleare come al petrolio, al gas o al carbone.

Due turbine per la produzione di energia 
nei mari della Scozia



Per la musica vi propongo la "Suite Bergamasque"
di Claude Debussy versione live con Bruno Canino al pianoforte


Grazie per le visite
Buona Domenica 
e Buona Settimana a tutti

Pausa Estiva...

 "La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci" Isaac Asimov una sua foto un po' inedita * * * * * * * * * * * * * * * * ...