mercoledì 31 agosto 2022

L'Uomo del Cambiamento...

Chi più di lui può definirsi "uomo del cambiamento"? Quando diede il via alla sua riforma politica mi sembrò quanto meno un'impresa titanica: cambiare l'ex URSS. E in gran parte c'è riuscito anche grazie (e senza dubbio alcuno) a quella che potrei definire un'azione parallela compiuta in Europa da Papa Wojtyla soprattutto per quanto riguarda la Polonia dove il sindacalista Lech Walesa stava già portando avanti la sua azione di cambiamento del paese. In questa foto Gorbaciov nel 1990, dopo aver ricevuto il Nobel per la pace, insieme all'ora Presidente USA Ronald Reagan



L'uomo del cambiamento si chiamava Michail Gorbaciov ed è morto ieri a 91 anni. Lui più di chiunque altro aveva capito che un uomo da solo può fare ben poco quando era segretario del Partito Comunista nel paese che il comunismo lo aveva creato nel 1917. Va ricordato anche Eduard Shevardnadze che era il Ministro degli Esteri e fedele braccio destro di Gorbaciov, colui che ha creduto nella glasnost sino in fondo e senza esitazioni.

Stendo un velo pietoso (per non dire peggio) su chi oggi stappa bottiglie e festeggia brindando alla morte di un uomo come M. Gorbaciov che ha avuto un coraggio, una lungimiranza e un'apertura mentale che pochi hanno avuto in quegli anni.

A Gorbaciov dedico la "Serenata per Archi" di P. I. Tchaikovsky
eseguita dall'Orchestra da Camera della Concertgebouw


E sono così bravi che non c'è il direttore d'orchestra

* * * * * * * * * * * * * * *
A margine di questo post volevo aggiungere alcune riflessioni riguardo
quegli anni così importanti. Fra il 1988 e il 1992 sono stato più volte
in Germania. Avevo fra i 28 ed i 32 anni e ho avuto la possibilità
di collaborare come assistente della direzione in un Festival 
interamente dedicato a giovani artisti. Ogni anno in estate arrivavano
in totale più di 300 ragazzi e ragazze da tutto il mondo. 

In particolare i musicisti provenienti dall'Est Europa erano
talmente bravi che sapevano eseguire J. S. Bach, Mozart
o Beethoven a memoria e a vista (cioè senza leggere la partitura).

Quindi sono stato in Germania prima e dopo la caduta del 
Muro di Berlino...e vi garantisco che la differenza fra prima
e dopo era quanto meno abissale da tutti i punti di vista.

Le industrie della ex Germania Est erano indietro, a livello tecnologico,
di almeno 20 anni rispetto al sistema industriale della ex Germania Ovest.

Molti musicisti della ex Germania Est (come per altri paesi
dell'Est Europeo) arrivavano al Festival con degli accompagnatori
(almeno così risultavano ufficialmente) ma in realtà erano agenti
o facenti parte di un servizio speciale di controllo di polizia
che teneva in consegna i passaporti dei musicisti, per 
fare in modo che questi non scappassero ad Ovest.

Quindi i musicisti, come qualsiasi altro cittadino dell'Est,
non erano neanche proprietari del loro passaporto, e cioè
del più importante documento di riconoscimento che
in ogni Democrazia è strettamente personale,
oltre ad esser messi sotto ricatto in vari modi...

...il resto, se mi torna in mente, ve lo racconterò nei prossimi post

Come sempre, grazie a tutti per le visite

giovedì 25 agosto 2022

Ancora una decina di giorni...

Dopo aver passato un bel periodo a Castello Cabiaglio domani partiamo per la Liguria, perché abbiamo ancora una decina di giorni di vacanze da fare altrimenti li perdiamo. E così, grazie ad una amica che è in vacanza all'estero, siamo ospiti nel levante ligure a pochi chilometri da Camogli.

In precedenza siamo tornati a Milano esattamente a ferragosto in una città totalmente irriconoscibile. Abitiamo in Città Studi e che Milano fosse irriconoscibile lo si vedeva dalle immense praterie di parcheggi vuoti, in zone dove di solito trovare un parcheggio è un'impresa. La maggior parte dei negozi chiusi per ferie, tanto che per comprare il giornale ho dovuto fare un po' di chilometri e si camminava in mezzo a strade completamente vuote. 

Per fortuna la calura estiva era in calo e mentre di giorno faceva caldo dal tardo pomeriggio, la sera e la notte tirava una bella arietta fresca. Ha fatto anche un paio di giorni di pioggia e cielo grigio che ha fatto scendere le temperature.

Per la musica vi propongo qualcosa di rilassante,
da ascoltare stando comodamente seduti a leggere
oppure senza pensare a niente

E' il celebre Guarneri Trio di Praga che esegue
il meglio dei Piano Trio di L. van Beethoven


La produzione di Beethoven da questo punto di vista è talmente vasta
che non sono riuscito a trovare informazioni univoche. 
Il link che ho inserito riguarda uno dei pezzi eseguiti.

Buon proseguimento a tutti e appena posso risponderò 
ai vostri commenti perché sarò in un zona 
dove internet non prende molto bene

giovedì 18 agosto 2022

"Chiedi alla Polvere"

Oggi inizia il John Fante Festival a Torricella Peligna dedicato ad un grande scrittore nato in America da genitori italiani ma che sin dai primi anni '30 ha scritto libri molto interessanti e che hanno influenzato a loro modo molti scrittori della sua epoca

Come C. Bukowski che di lui disse: "Fante era il mio Dio" e gli diede aiuto negli anni '70 per ripubblicare i suoi libri, come "Chiedi alla Polvere" e "Le Storie di Arturo Bandini" l'antieroe, quando John Fante era ormai malato di diabete

Alcune sue riflessioni sono ancora oggi molto attuali




Gli dedico un brano musicale di Jackson Brown
"Running on Empty" versione live


Buona settimana a tutti

giovedì 11 agosto 2022

A Proposito di Pannelli Solari...

Il mese scorso eravamo in vacanza in un paesino, a circa 600 metri d'altezza sul livello del mare, ad una ventina di chilometri dal Lago Maggiore. Eravamo in una vecchia costruzione la cui base originale è del 14mo secolo poi trasformata nel 17mo secolo. Qualche anno fa i nuovi proprietari in pratica hanno acquistato un rudere e lo hanno completamente ristrutturato ricavandone alcuni appartamenti ma rispettando l'antica struttura, rinnovando i dipinti sui muri e nei soffitti di ogni appartamento ed è diventato un ottimo B&B.

Ma i proprietari hanno fatto di più, perché tutta la struttura è alimentata da pannelli solari quindi niente gas nelle cucine ma piani cottura a conduzione grazie al solare, in tutti gli appartamenti sono in uso solo lampadine a basso consumo e se ho capito bene c'è anche il riciclo dell'acqua.

Per tutto luglio abbiamo visto passare in questo B&B tanti turisti da Norvegia, Svezia, Danimarca, Germania, Olanda, Belgio e Austria. Abbiamo conosciuto una coppia di turisti danesi provenienti da Aalborg, estremo nord della Danimarca con Svezia e Norvegia molto vicine.

Marito e moglie dovevano avere 35 anni con tre figli. Lui è un imprenditore che da otto anni lavora solo nello sviluppo delle energie alternative, come il solare e l'eolico, e in pochi anni ha aperto delle succursali anche in Italia e in Spagna. Mi ha fatto vedere delle foto dove ad Aalborg più della metà delle case della città ha pannelli solari sui tetti. Ognuno è diventato imprenditore di sé stesso creando energia alternativa per la sua casa e rivendendo il surplus di energia prodotta...

...Ora, tutto questo avviene ad Aalborg in Danimarca che di sicuro non ha il sole che abbiamo noi qui in Italia nel Mediterraneo. Il resto delle riflessioni le lascio a voi.

Il B&B dove eravamo era un grande open space
Questa era la camera da letto


Il Salottino


Poi c'era la cucina e questo era l'atrio esterno


Il costo giornaliero non è per niente caro:
Se andate adesso sul sito costa 69 euro al giorno

* * * * * * * * * * * * * * * *


Indimenticabile Sandy con John Travolta in "Grease"
e in molti altri film di successo.
Addio e riposa in pace

Pausa Estiva...

 "La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci" Isaac Asimov una sua foto un po' inedita * * * * * * * * * * * * * * * * ...