mercoledì 12 luglio 2023

In Vacanza...

Siamo a Serina, in Val Serina, a 820 metri sopra il livello del mare ma facilmente si può arrivare a 2500 metri. Qui c'è un buon clima. La massina giornaliera è di 25 gradi. Quando il sole picchia più forte, come in questi giorni, non supera i 30 gradi ma due o tre volte la settimana piove (eccome se piove...) con fulmini che squarciano il cielo notturno, tuoni che sembrano cannonate e le temperature si abbassano.  

Visto il clima c'è un bel numero di pensionati in vacanza (Bergamaschi e tanti Milanesi) accompagnati dai loro figli (e dai nipotini in carrozzina) con i figli che il più delle volte spiegano ai loro genitori come funziona un cellulare.

Tutte le case della zona sono in pietra, salvo qualche obbrobrio degli anni '70 che però non si nota molto nella vasta natura verde, e la casa dove siamo ha i muri spessi quasi un metro.

Da queste parti fanno la transumanza infatti durante il giorno si sentono in paese i campanacci delle mucche che pascolano tranquille nei prati. Con la macchina siamo saliti oltre i mille metri e può capitare di doversi fermare di lato alla strada per far passare un centinaio di capre...

...il bello è che in testa alla mandria ci sono i nipotini, dietro ci sono loro i loro genitori e in fondo ci sono i nonni e le nonne con il bastone accompagnati dai cani che seguono la mandria. I formaggi del Bergamasco sono molto apprezzati. Parlando con uno dei genitori mi ha detto: "I ragazzini invece di stare per strada d'estate a far niente vengono con noi in transumanza anche di notte. Così almeno imparano qualcosa". In queste zone quando parlano il dialetto non si capisce nulla, non è il solito dialetto lombardo.

Il simbolo di Serina, pensate un po', è una sirena bicaudata, cioè con due code, circondato da tre stelle che rappresentano i nobili della zona. Ho pensato: "Ma come? Una sirena in alta montagna? Strano...". La sirena era il simbolo della nobile famiglia dei Carrara, ma è entrata nella storia del paesino perché in tempi molto antichi la gente del posto sentiva un canto melodioso alzarsi da alcuni fiumi della zona. Chi andò a investigare non trovo mai nulla, salvo un pastore che vide distintamente una sirena che cantava sdraiata a prendere il sole sul letto largo di un fiume, ma la sirena appena lo vide scappò via fra le acque e scomparve per sempre. Naturalmente quel pastore fu preso per matto...

Ecco la sirena con una tipica fontana in pietra a Serina

Ma se la guardate bene è stata fatta con i bottoni...

L'altro giorno gironzolando per Serina ho conosciuto un assessore comunale (nei paesini è sempre così, incontri tutti anche gli assessori) insieme alla figlia e (anche lui) con due nipotini gemelli in carrozzina. Mi ha spiegato che Serina, e tutta la vallata, hanno origini antichissime. Ogni volta che scavano da qualche parte trovano pietre con parecchi fossili di mare (conchiglie e pesci stampati nella roccia). Da una ricerca specifica risulta che milioni di anni fa il mare arrivava sino a qui e le pietre hanno un altissimo contenuto di sale marino. Quindi ci può anche stare una sirena...

Visto l'argomento il miglior brano musicale 
che posso proporvi è Syrinx per flauto solo
di Claude Debussy. Flauto solista Emmanuel Pahud


Un salutone a tutti e fate buone vacanze

17 commenti:

  1. Il nostro è un Paese unico,a ogni passo trovi una chicca,molto bella la sirena"abbottonata"
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao blogredire, bentornato

      condivido in pieno il tuo commento. In Italia ci sono tante bellezze e speriamo che si salvino grazie anche alle nostre attenzioni che mi auguro siano sempre presenti.

      La sirena "abbottonata...forte!
      Grazie per la visita
      e un salutone

      Elimina
  2. Ti godi il fresco ed anche in bei luoghi. Sono contento per te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rockpoeta, bentornato

      guarda siamo riusciti a fuggire in tempo da Milano sempre più torrida e meno male perché con il caldo abbiamo non pochi problemi (come molti italiani d'altra parte).

      I miei parenti genovesi mi hanno detto che anche da loro fa un caldo anomalo e tremendo.

      Intanto proseguiamo nella scoperta di questi luoghi così belli e interessanti.
      Grazie per la visita

      Elimina
  3. Il posto che hai scelto è molto fresco e ricco di fascino e opportunità. Quello che mi inquieta sono i temporali. Come fate a sopportarli senza esserne terrorizzati! Vi invidio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paola D., bentornata

      I temporali creano non pochi problemi. Di recente le zone di Como, Lecco e Varese hanno avuto dei danni. Ma i temporali sono quello che sono e da sempre non ne ho paura sin da bambino.

      Grazie per la visita
      e un salutone

      Elimina
  4. Eccomi qua, non vedevo proprio l'ora di leggere il tuo post vacanziero che mi ha fatto scoprire un sacco di cose interessantissime! Ad esempio non conoscevo la leggenda di questa sirena, anzi, mai mi sarei immaginata di andare a cercare storie su queste creature proprio in alta montagna :O
    Che spettacolo, poi, il mosaico con i bottoni!

    E' davvero molto bello il fatto che i bambini e i ragazzini vengano invitati alla transumanza, è giusto che comprendano il valore di un mestiere spesso molto duro, ma allo stesso tempo importante, che rischierebbe di andare perduto!

    Mi raccomando, respira un po' di aria fresca e mangia un po' di formaggio caprino anche per me!

    Buon proseguimento di vacanza ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dark Miryam, bentornata

      mi fa piacere che hai trovato cose interessanti in questo post e in effetti nelle valli bergamasche (come in altri borghi italiani) il fatto di preservare antiche usanze e mestieri è qualcosa di qualificante e di positivo oggi come oggi.

      Grazie per il commento
      un salutone e fai anche tu una buona estate

      Elimina
  5. Risposte
    1. Ciao Ariano Geta, bentornato

      ricambio gli auguri di buona estate
      grazie per la visita e un salutone

      Elimina
  6. Beh, un magnifico luogo ameno! Che bella la suddivisione familiare fra i pastori. Buon proseguimento!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Luz, bentornata

      eh! eh! eh! E si, hai detto giusto un luogo ameno. Ma qui nel bergamasco ce ne sono tanti e ognuno ha una sua particolarità, qualcosa che lo identifica come la transumanza.

      Grazie per la visita,
      un salutone e alla prossima

      Elimina
  7. Che bel posto! Come hanno già scritto, il nostro Paese, riserva belle sorprese ad ogni angolo.
    Qui in pianura Padana fa caldo, ma si sa, è estate e ci sta anche il temporale. Mi godo l'estate in città: poca gente, qualche turista, spettacoli e cinema all'aperto.
    Grazie per l'ascolto; mi ha fatto pensare al mito di Ulisse che volle udire il canto delle sirene per la sua conoscenza.
    Buona vacanza

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Berica, bentornata

      Senza dubbio l'Italia ha tanti borghi, vallate e zone rurali di grande interesse e ognuno di questi luoghi ha una storia antica, una gastronomia locale fatta di cose buone da mangiare e da bere e tanti altri aspetti belli o interessanti.

      In molti casi, come qui nelle valli del Bergamasco, il paesaggio è molto curato e salvaguardato dalle persone che ci abitano per quel che vedo.

      Mi fa piacere che hai gradito l'ascolto e il legane con Ulisse lo trovo perfetto!

      Un salutone carissima e grazie per la visita

      Elimina
  8. Se non ricordo male, la sirena bicaudata è simbolo di maternità. C'è un dipinto ( non ti so dare indicazioni più precise perché ho perso memoria del nome e dell'autore ) che rappresenta una sirena che allatta:-) Buone vacanze!

    RispondiElimina
  9. Avevo lasciato oggi pomeriggio un commento ma non lo vedo! Provo a riscriverlo.. Avevo voluto ricordare che la sirena è simbolo di fertilità e c'è un dipinto in cui allatta addirittura un bimbo. Se è così può essere rappresentata anche in contesti diversi da quello marino! Buone vacanze :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giacinta, bentornata

      a volte qui in vallata saltano le linee del telefono e internet sparisce per diversi giorni.

      Avevo trovato tempo fa sul web un dipinto del Pinturicchio ma anche un mosaico dello stesso autore chiamato dei semidei (1490). Si trova a Roma nel Palazzo dei Penintenzieri dove ci sono 63 formelle a mosaico messe a soffitto (una meraviglia a vedersi).
      Ma non sapevo del simbolismo della fertilità, si scopre sempre qualcosa di nuovo.

      Grazie anche a te carissima per il commento
      un salutone e alla prossima e buone vacanze

      Elimina

Pausa Estiva...

 "La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci" Isaac Asimov una sua foto un po' inedita * * * * * * * * * * * * * * * * ...